venerdì 17 settembre 2010

L'editoriale di Darth: Riunione Rete29Aprile live-blogging




Si sta svolgendo a Roma l'Assemblea nazionale della Rete29Aprile. Lord Fenner ci aggiorna live sui vari interventi e proposte. Dal punto di vista del Lato Oscuro, ovviamente...
Inizio programmato ore 10:30
Ore 10.45: rumori di fondo
Ore 11.00: movimento (in sala), forse parte
Ore 11.05: macche'....

Ore 11.10 timida richiesta: "Cominciamo a sederci, che ne dite?"

Ore 11.15 niente da fare, nel frattempo intervistano qualcuno davanti al palco

Ore 11.25 E infatti e' Bartolomeo Azzaro

Ore 11.30 Azzaro ha concluso le interviste, si comincia.

Azzaro: no richieste corporative, ma lavorare peril bene comune, il dialogo con gli altri e' importante, e Napolitano ci considera

Ferretti: rievoca il percorso della Rete29Aprile, non ci sono solo i RTI, ci sono anche gli altri

Ore 11.35 salta la connessione

Riparte la connessione, sul palco un ricercatore (Alessandro Pezzella) illustra in powerpoint che la riforma Gelmini non rilancia l'Universita' ma la affossa. Soprattutto dal punto di vista dei finanziamenti. Esistono "strane coincidenze" fra l'approvazione del DDL e le visite di Berlusconi alle Universita' private. Non e' vero che ci sono troppi prof, universita' sedi, che la docenza costa troppo. Non e' vero che non esiste una distribuzione a piramide del personale universitario. E' tutta una manovra per premiare le universita' private. La riforma spinge all'esternalizzazione degli organi di governo e dei docenti. Se la riform non passa e' un bene per il paese.

Ore 11.50 La connessione viene e va. Togliete il video e lasciate solo l'audio!

Lo stesso oratore contesta il ricatto "risorse per riforme" del duo Tremonti e Gelmini.

La Rete presenta una riforma organica, non corporativa, "per aiutare la Gelmini a fare il ministro bene", perche' l'Universita' e' viva e lotta insieme a noi.

Ore 11.55 Altro oratore (Guido Mula?): illustra i termini del DDL Gelmini dal punto di vista dei RTI. Sottolinea che il documento della Rete e' condiviso ed elaborato da molte persone e nodi.I RTI vogliono essere riconosciuti docenti ma senza passaggio a PA. Siccome insegnano, vogliono il titolo di docente e qualcosa in piu'. L'Universita' e' troppo gerarchica e i posti contingentati. Servono PIU' docenti e PIU' soldi per arrivare ad averne un numero adeguato al numero degli studenti. Le progressioni di carriera sono importanti, i concorsisono stati bloccati a lungo e questo ha ormai azzerato qualunque meritocrazia. Inoltre mancano i soldi per le progressioni. Il pre-ruolo crea precariato e si sfrutta la gente. Ci vuole una figura pre-ruolo tenure track reale. Per gli studenti, va potenziato il diritto allo studio. Anche come didattica di qualita'.

La connessione salta ancora...

Ore 12.15 Altro oratore (boh). Si sente, poi arriva il video e salta tutto.

Ore 12.20 Aperti gli interventi liberi, su prenotazione.

Arriva Piero Graglia a moderare la sessione. La connessione si perde di nuovo.

Sul palco un nuovo oratore, da 40 anni nell'Universita', par di capire.

12.40 A singhiozzo, prima un Prof accademico dei Lincei (intervento perso), poi un giovane che in due scampoli di connessione incita alla rivolta (mah)

Graglia (?) riferisce di incontro con Decleva (boss CRUI) che ipotizzava, ironicamente, l'uso delle camere a gas per eliminare il probelma di RTI.

Precario Tomassini(?) al microfono. Non va... Non bisogna mirare a spartirsi le elemosine. Bisogna guardare al futuro, possibilmente tutti insieme RTI, precari, amministrativi... Sulle rivendicazioni cade la linea!

ore 12.55 scatta il filmato!! Pero', anche li', si pianta (sul faccione di Bonaiuti)

ore 13.00 Lo sapevate? Testimonianze dei precari degli enti

Parla una precaria della Rete Ricerca Pubblica. La connessione salta ancora...

Ore 13.05 La platea urla un NO, ma mi son perso il perche'.

Ludovica Ioppolo dell'ADI prende la parola: la qualita' non si coniuga con la precarieta'. L'ADI fara' in modo che i suoi non coprano la didattica rifiutata dai RTI. Chiede di ricominciare a manifestare e di fissare le date.

Sul palco un nuovo oratore (nome perso). Si chiede "Che cosa facciamo assieme?". Se stiamo insieme, ci sara' un perche'? Sara' il caso di scoprirlo, stasera? Invita i RTI a fare lezione per spiegare i mali dell'Universita' (lo dicevo io, tenete corsi sulla filmografia di Moana Pozzi...)

Nuovo oratore (chi?): ci sono sprechi, nell'Univ,  di cui nessuno si occupa. Perche' non si tagliano quelli? La societa' e' bloccata, la ricerca sottofinanziata etc...

In Aula, la gente fa casino, Graglia (ma e' lui?) si incazza.

Ore 13.30 Fine degli interventi programmati?

Parla uno studente di rednet (collettivi). E' imbelvito sul diritto allo studio. Chiede un documento chiaro, con posizioni precise e dure, senza mediazioni. (quali?). Dove stiamo andando? Quale Univ stanno pensando? Rettori e prorettori ci svendono, bisogna fare un fronte unitario che faccia capire a tutti che ci girano i coglioni. E allearsi con quellic he tirano i fumegeni a Bonanni (o, lo dice lui eh?). La distribuzione dei fondi in maniera premiale premia solo gli atenei anglosassoni e costringe, causa fusioni fra atenei scarsi, la gente a doversi spostare. Non ci sono fannulloni all'Universita' e va fatto capire alla gente.  Invita a mantenere l'indisponibilita' a tenere le lezioni.

Al microfono Luigi Spagnolo, ricercatore TI di ***. La connessione viene e va... perso

Arriva Carlo, RTI Bari, amico di Graglia (ce lo dice lui). "Siamo sull'orlo di un vulcano" Mah, vista la qualita' della connessione direi di un buco nero.... Ci vuole una conferenza di prof, ricercatori, studenti per proporre un DDL alternativo. Quello che c'e' va bloccato. E vanno bloccati gli anni accademici. 

Nuovo oratore (chi?): la mobilitazione di oggi e' unica (e il 2003? il 2005? il 2008?). Lo sciopero (?) dei RTI e'unico (concesso), conseguenza a 30 anni di distanza della 382/1980. E' importante la proposta 29aprile sul ruolo unico e sulla figura unica pre-ruolo.

Nuovo oratore (giovane, nome perso, studente, parrebbe): diritto allo studio, DDL da buttare... Colleghiamoci ai precari della scuola, agli studenti medi, agli operai di Pomigliano...

Arriva Meloni (PD): non vogliamo lucrare consenso. E' l'unica finta riforma che potrebbero fare, quindi dobbiamo vigliare, insieme. Parla di massimi sistemi, ma cogliendo una parola ogni 3 e' impossibile capire... Propone 15-17000 RTI-->PA nei prox 6 anni. 

La sala rivendica il ruolo unico e contesta Meloni.

Taramasso (ACT sulla rete?) mostra dati in ppt sul reclutamento in base al DDL Gelmini.

Al microfono Francesca ricercatrice di Bologna. Informa sulla mobilitazione a Bologna. Un nuovo 1977 in arrivo? Fra 20 anni una nuova Lucia Annunziata ad ammorbarci la seconda serata?

Parla ora D'Andrea, sindacalista CISL. Snocciola dati che forse non conosce benissimo. Fermatelo prima che cominci a disegnare grandi opere sulla lavagna! Propone di abolire i PA. Propone la chiamata diretta per i RTI con abilitazione nazionale (avvertitelo che c'e' gia', nel DDL).

14.35 Ferretti (RTI) al microfono. Son finiti i soldi, il mondo e' finito. E bisogna fare casino, mica petizioni, mozioni, lettere... I precari rischiano di farsi comprare per far fallire la protesta dei RTI. Quindi i RTI devono interessarsi della sorte dei precari, senno' poi li fregano. Bisogna allearsi con gli studenti. Bisogna lottare tutti insieme con studenti, prof, insegnanti.

14.50 Altro oratore (di Pisa?) riferisce della situazione in Toscana. Invita tutti a sostenere la portesta dei RTI

14.55 Ignazio Marino (PD). Rievoca i tempi dell'Ope LEgis E DICE CHE VANNO CACCIATI GLI OPELEGIZZATI CHE NON FANNO NULLA!!! Grande!

15.00 Nuovo oratore (?). La connessione cede di schianto. Capisco a posteriori che era GIULIO PALERMO vecchia conoscenza dei nostri blog...

15.10 Nuovo oratore (?). Blocchiamo il DDL perche' a noi non ci hanno consultato.

Segue una ricercatrice TI, scatenata sui tagli al FFO. Soprattutto per i tagli agli scatti di anzianita'.

15.20 Altri interventi, la connessione ballerina se li mangia tutti.

15.50 Alcuni interventi, sempre sull'allargamento della protesta fino ad includere, forse, gli zapatisti messicani, e sulla mancanza di fondi. Proposte di picchetti a Montecitorio, di occupazione degli atenei...

16.15 Parla Luca Schiaffino ma anche qui, la connessione maledetta...

16.20 Lavorano intorno a un computer, forse per stilare il documento finale.

16.30 Ferretti legge il documento che viene corretto live in assemblea: appena disponibile lo linkeremo.


76 commenti:

  1. aho, ma te non eri impegnato?

    RispondiElimina
  2. attenti che vi stiamo leggendo...

    RispondiElimina
  3. bene, allora guardate che lo streaming salta di continuo!

    RispondiElimina
  4. precario per il merito17 settembre 2010 11:38

    Vediamo se la Rete 29 Aprile, al di là di tante belle parole contro lo smantellamento dell'università pubblica e bla bla bla, chiarisce la sostanza delle proprie rivendicazioni:

    se chiedono concorsi aperti e meritocratici oppure riservati e dedicati

    un'università dove non prevale il criterio del merito scientifico nella selezione degli accademici è destinata a morire

    RispondiElimina
  5. la sostanza è:

    - che fine fa la protesta se la Gelmini gli da i 2/3 delle associature?
    - che fine fa la protesta se all'alba del terzo giorno i rettori si incazzano davvero?
    - sono davvero per i concorsi meritocratici ai quali possono partecipare TD e TI giocandosela davvero solo sui curricula?
    - o piuttosto vogliono (stile merafina) far valere al solito l'anzianità didattica?

    ecco, rispondessero a queste cose e chiarissero un pò il perché si sono incazzati solo adesso e si andrebbe tutti d'accordo sotto al ministero

    RispondiElimina
  6. Bright side, passa il messaggio, se togliete il video la connessione e' piu' stabile!

    RispondiElimina
  7. il problema pare sia il numero di contatti molto elevato. Non possono staccare il video perché altrimenti devono azzerare tutto (il tecnico è il tecnico dell'ateneo) ma vedono se riescono a mettere mano. Per la cronaca, l'Alessandro della Federico II non è Arienzo ma Pezzella.

    RispondiElimina
  8. che potenza, ci hanno anche la home-page del Corriere.it!!

    RispondiElimina
  9. Bright side, cosi' e' un martirio pero'! Trovate un precario volenteroso che vi riazzera tutto, vai!

    RispondiElimina
  10. La home-page del Corriere e' durata 5 minuti: si sono stufati anche loro del collegamento...
    e poi Guido Mula ha stufato anche lui...

    RispondiElimina
  11. ranieri bizzarri17 settembre 2010 12:16

    Sfiga-siga-sfiga-sfiga mamma mia che sfiga

    RispondiElimina
  12. ranieri bizzarri17 settembre 2010 12:27

    EWWIWA la gioventù!

    RispondiElimina
  13. E' Sergio Zilli.
    Comunque ha detto una cosa interessante, che con il suo stipendio da Assistente nel 1963 da 250.000 Lire poteva comprarsi 1.500 pizze, e in due mesi poteva comprarsi una macchina...

    RispondiElimina
  14. Era Claudio Procesi, volevo dire...
    Prof. Ordinario di Algebra, e accademico dei Lincei

    RispondiElimina
  15. Pare si chiami Procesi, accademico dei Lincei? Non è Zilli. Scusate ma né the Bright Side ne Tecnoprecari possono mettere mano al collegamento gestito da Frati in persona (nella veste di un qualche tecnico di Ateneo). Comunque, il tecnico mi ha promesso che appena può riazzera tutto e riparte... vedremo

    RispondiElimina
  16. Mi spiace ma va e viene e non ce la fo...

    RispondiElimina
  17. precario per il merito17 settembre 2010 12:45

    allora qualcuno ha chiarito questa storia delle contrattazioni col ministero di concorsi riservati per 2/3 degli attuali ricercatori? così dicevano i giornali.. strano nessuno ne parli in assemblea

    RispondiElimina
  18. ranieri bizzarri17 settembre 2010 12:57

    Macchè 2/3, facciamo 5/6 o meglio 3/3 e non se ne parli più.

    Basta, è un giorno di lavoro perso, siamo un paese destinato al declino, questi invece di chiedere -legittimamente- soldi per far qualcosa di buono e pubblicare su Nature o Science si sono mobilitati per paura del tenure track finto all'italiana...che pena.

    RispondiElimina
  19. Beh, io son malato, meglio che i filmati di Beppegrillo...

    RispondiElimina
  20. Solo che sta connessione e' una sofferenza

    RispondiElimina
  21. Beh, se e' finto allora vuol dire che hanno ragione ad aver paura...

    RispondiElimina
  22. No, mica a Bruxelles ci abbiamo antenne speciali...

    RispondiElimina
  23. Il disastro e' alla fonte allora.
    Ma non riescono a metterci le mani....

    RispondiElimina
  24. Sono alla Sapienza, che vuoi farci...

    Comunque questi interventi programmati sono una delusione (maggiore di quella che mi aspettavo).

    Magari gli interventi liberi del pomeriggio possono dare qualche bagliore in piu'... per capire cosa pensano, nel merito, 'sti ricercatori strutturati.

    RispondiElimina
  25. Piero (Graglia) e' meglio come storico dell'integrazione europea che come conduttore di assemblee.

    RispondiElimina
  26. Parla Meloni, vero sardo.

    RispondiElimina
  27. Si battibecca sul "ruolo unico"

    RispondiElimina
  28. Anche a TO la ricezione e' pessima ...

    RispondiElimina
  29. Ferretti il Comiziante.
    Se questo e' il nuovo che avanza aridatece quelli che c'erano prima.

    RispondiElimina
  30. Ignazio Marino introdotto d'autorità da Piero.

    RispondiElimina
  31. possibile che nessuno commenti la notizia del suicidio di Norman!!!!!

    RispondiElimina
  32. Appello rosselliano-salveminiano di Marino: "Non mollate!"

    RispondiElimina
  33. Connessione maledetta!!! Che figure ci fate fare col mondo?

    RispondiElimina
  34. Scarsa in ogni caso, anche con la connessione...

    RispondiElimina
  35. Azzaro.... Togliete o degradate il video, non ci frega delle facce!

    RispondiElimina
  36. sono dentro. Dopo l`'intervento di quella di rifondazione che chiamava allo sciopero insieme alla fiom e di questo rompicoglioni che non so come faccia ad avere degli studenti a lezione io mi sa che me ne vo'. Tutto inutile, solite chiacchiere da sindacalisti nostalgici

    RispondiElimina
  37. Bono! Ma sei in lista per parlare o no?

    RispondiElimina
  38. Staccate tutto e ripartite con soglia a 30KB/s, non 200 KB/s come è adesso!

    Acciderbolina. (Ma i tecnici della sapienza sono precari o strutturati?)

    RispondiElimina
  39. ma che lista, ma che stronzate che stanno uscendo! Ma lo sanno che il ffo 2010 è in distribuzione? Ma lo sanno che il ddl è GIÀ alla camera? Uno ha detto testuale 'ma quale meritocrazia' se non ci sono i soldi e i rti devono fare didattica? Mi spiace rega, non ce la faccio a intervenire, siamo anni luce distanti da questa assemblea

    RispondiElimina
  40. Bene per questo, lassie!
    Vagli a dire che i 17000 RTI->>PA riservati promessi da Meloni sono una VERGOGNA! Vagli a dire che lo sciopero non e' tale perche' loro si astengono solo da una cosa che nn sarebbero tenutia fare. E che devono GARANTIRE che se gli danno l'ope legis continuao a protestare ed astenersi invece di intasacre e ciao!

    RispondiElimina
  41. precario per il merito17 settembre 2010 15:42

    torna a casa lassie, questi vogliono solo una nuova ope legis

    ma come diceva Marx: “La storia si ripete sempre due volte: la prima volta in tragedia la seconda in farsa”

    RispondiElimina
  42. Ottimo lavoro, ragazzi, grazie! Sull'oratore delle 15:00...credo che tu ti sia sbagliato, France.
    Anche perche' per meta' dell'anno insegna (?) in un'Universita' delle Antille...
    Per il resto, stante il casino, forse prima di tirare conclusioni bisognera' valutare attentamente il comunicato che ne uscira' fuori.

    RispondiElimina
  43. Ha ragione cerisoli. Mena duro,

    Dobbiamo farli vergognare, ci riposeremo quando saremo morti.

    RispondiElimina
  44. tra 25 minuti il documento finale.

    RispondiElimina
  45. (che conterrà la soluzione finale del problema precari)

    RispondiElimina
  46. Ma dove li pescano 'sti oratori?

    RispondiElimina
  47. Ciao
    io non ho mai capito quale è questo problema RTI

    RispondiElimina
  48. è che vogliono mangiarsi gli aguzzini, ma non gli riesce.

    RispondiElimina
  49. Questo almeno ha il dito medio alzato :)

    RispondiElimina
  50. Nunzio Miragliotta fa il Capo dell'ANDU da una vita...

    RispondiElimina
  51. comunque: vediamo questo testo finale, è l'unica cosa che conta

    RispondiElimina
  52. ma la gente non ha proprio un cazzo da fa'? Aiuto...attendiamo il documento. Poi fatemi scrivere un post vi prego...

    RispondiElimina
  53. nick. me ne vado, vedremo il documento.

    RispondiElimina
  54. precario per il merito17 settembre 2010 16:10

    in compenso oggi non c'erano tutti quegli insultatori di professione che hanno infestato ieri questo blog, erano tutti all'assemblea?

    RispondiElimina
  55. Ripeto.....cosa ne pensate dell'atto di Norman??

    RispondiElimina
  56. Ora pure alla manifestazione della FIOM...

    Beh io avevo ascoltato un po' anche lo streaming del 29 aprile, ma oggi e' stato molto molto peggio... si sono degradati in maniera proporzionale all'espandersi dell'efficacia delle dichiarazioni di "indisponibilità"...

    RispondiElimina
  57. Se ho ben capito Luca aveva chiesto di inserire nel documento finale dell'assemblea i 5 punti elaborati su [dibattito], come forma di apertura.

    RispondiElimina
  58. anonimo per norman, datti un nick per favore
    Il suicidio di Norman e' una tragedia. Siccome Norman aveva un babbo, una mamma, una fidanzata, secondo me sarebbe bene non stare a ricamarci tanto noi, qui, su un blog dove inteviene Scoregion zon zon e inxulator. Ti pare?

    RispondiElimina
  59. L'elaborazione del documento va a finire a cazzotti...

    RispondiElimina
  60. Si' ma stanno litigando sulla manifestazione della FIOM...

    RispondiElimina
  61. Le voi fa l'assemblee all inclusive? e poi finisce cosi'...

    RispondiElimina
  62. lassie, quando vuoi, facci sapere le tue impressioni

    RispondiElimina
  63. Il video no xe più... un pieto veloso.

    Ma a parte quel che sarà il documento, non ci sono state votazioni no?

    O qualcuno ha contato gli interventi pro e anti proseguimento?

    RispondiElimina
  64. Francesco,
    a me sembra che il padre si sia già espresso in maniera chiara, mirando e sparando bene il colpo. D'accordo con te sull'evitare strumentalizzazioni sacrilighe, ma forse varrebbe la pena capire un pò meglio cosa sia successo ed eventualmente non lasciare che un così chiaro segnale di disagio svanisca nel vuoto. Infondo ad ognuno di noi, penso, magari in maniera meno marcata capiti di essere assaliti da un senso di grande sconforto ed impotenza. Trasformare le nostre debolezze in rabbia e restituire un pò di sana cattiveria a chi ci sta mandando al macello sarebbe il compito dell'anima pensante di un paese.
    A presto

    Nigle

    RispondiElimina
  65. Nigle
    Ti faccio un esempio. Mi ha dato molto fastidio quando, in seguito all'episodio di malasanita' di Messina, qualcuno venne a dire che era colpa dei precari che fanno concorrenza agli strutturati. Non si puo' portare su questo piano la discussione, specie quando ci sono di mezzo le vite e gli affetti di ALTRI. A me dispiace, a te dispiace, a tutti (spero) dispiace. Fa rabbia, forse una rabbia non generica ma con un obiettivo, ma non si puo' e non si deve tirare in ballo la vita degli altri per la rabbia nostra.

    RispondiElimina